2. puntata
“Non avrai altro Dio all’infuori di me”

“Non avrai altro dio all’infuori di me”. È questo il tema della seconda puntata di questa stagione di Beati Voi dedicata ai Dieci Comandamenti, in onda mercoledì 20 febbraio alle 21.05 su TV2000. Beatrice Fazi – con la “spalla teologica” di don Gianmario Pagano, la musica di Sara Loreni e la comicità del duo “Verba Volant” – accompagnerà il pubblico in un viaggio tra le Parole della Legge, per scoprire quanto siano attuali e soprattutto inaspettate. Ad arricchire la puntata, come sempre, stralci delle Udienze di Papa Francesco – che ai Dieci Comandamenti ha dedicato un ciclo di catechesi nei mesi scorsi – e i reportage degli inviati Anna Madia e Giacomo Visco Comandini. In particolare, la seconda puntata prende l’avvio da un comando che parla di idoli e immagini: “Non avrai altro Dio all’infuori di me. Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. Perché io, il Signore, sono il tuo Dio, un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano, ma che dimostra il suo favore fino a mille generazioni, per quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.”. Una Parola, in una società come quella attuale, in cui l’apparenza spesso è più importante della sostanza, che apre a molteplici riflessioni. Ospiti in studio lo scrittore Graziano Graziani, autore de “Catalogo delle religioni nuovissime” (Quodlibet 2018), che ci parlerà delle credenze più inverosimili nate negli ultimi anni; Andrea Sibaldi, reseller di snikers in edizione limitata, che ci spiegherà “l’idolatria” legata alla pubblicità; Luca Ruini, ex trader di borsa per Lehman Brothers, che ci racconterà le assurdità e gli idoli del mondo dell’alta finanza; Antonella De Minico, portavoce dell’Associazione Nazionale Dipendenze Tecnologiche, che ci porterà la sua esperienza nel recupero degli “schiavi della tecnologia” e il magistrato e scrittore Giancarlo De Cataldo, con cui faremo una riflessione sul concetto di punizione e redenzione. Oltre a un’intervista in esclusiva a Carlo Conti sul tema della visibilità e della fama, i reportage di puntata porteranno gli spettatori a entrare nel mondo degli influencer e della visibilità del web e li accompagneranno nelle Marche per conoscere il “buon pastore” Marco Scolastici e la sua yurta, resistente al terremoto e seme di speranza per la rinascita dopo il sisma del 2016.