Rinata

Giacomo Visco Comandini è andato a Rasiglia, minuscolo paese medievale costruito su una sorgente, oggi conosciuto come la “Venezia dell’Umbria”. Uno straordinario patrimonio architettonico che solo fino a quindici anni era praticamente abbandonato. Un borgo rinato grazie ai suoi abitanti che hanno costituito una associazione, restaurato gli spazi pubblici e recuperato le antiche tradizioni della lana (si ringrazia CEDRAV – Centro per la documentazione e la ricerca Antropologica In Valnerina – per le immagini fornite).