Suor Antonietta Potente e la terra da difendere

Teologa e docente universitario

Congregazione dell’Unione delle Suore Domenicane di San Tommaso d’Aquino.

Ha insegnato teologia morale a Roma presso l’Angelicum, e a Firenze presso la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale.

A 36 anni si trasferisce in Bolivia. Sperimenta una nuova forma di vita comunitaria abitando insieme a dei campesinos di etnia Aymara.

Insegna teologia nelle università di Cochabamba e di La Paz; tiene conferenze, corsi di ritiro e di studio in altri paesi latino americani.

Coinvolta nel cammino del popolo boliviano, ha condiviso e accompagnato il processo di cambiamento tuttora in atto in Bolivia.

La sua riflessione teologica la pone tra le teologhe più fertili e creative all’interno del panorama italiano e sudamericano. La sua opera si sviluppa a partire da un ripensamento della vita religiosa alle luce di una spiritualità ancorata al presente che unisce mistica e politica. Il suo pensiero, inoltre, si sviluppa verso un ripensamento del fare teologia a partire dalla riflessione ecologica e di genere.

E’ è stata invitata a far parte del gruppo di analisi e riflessione sul nuovo testo costituzionale del popolo boliviano, insieme ad altri intellettuali, rappresentanti dei movimenti sociali e membri della stessa Assemblea Costituente che appoggiano il processo di cambiamento del governo del presidente Evo Morales Ayma.

Da 3 anni è rientrata in Italia, dove tiene corsi all’università di Verona, oltre ad animare varie comunità