Suor Cristinelli e Marco Palano, e la prostituzione

Suor Ferdinanda Cristinelli

Suora dal 1988 ha vissuto 10 anni in Uganda e 10 in Kenya. Rientrata a Roma nel 2011 per un lavoro di coordinamento all’interno della congregazione, che ha tra le priorità la lotta contro la tratta di esseri umani, voleva fare «qualcosa di concreto anche per questo territorio».

Da un gruppo di religiose viene indirizzata verso la parrocchia ai Prati Fiscali, dove l’unità di strada è nata tredici anni fa grazie a don Giovanni Carpentieri.

Il team, che ha curato anche corsi di sensibilizzazione nei licei, oggi è coordinato dal collaboratore parrocchiale don Luca Sansalone ed è composto da una decina di persone: due suore, due sacerdoti, qualche seminarista, laici dai 28 ai 40 anni.

Marco Palano

Studente. Quasi ingegnere (gli manca un esame per la laurea). Volontario da 5 anni all’interno del servizio “Unità di strada”, nato nel ’97 con Don Giovanni Carpentieri. “Mi incuriosiva sapere cosa ci fosse dietro questo fenomeno della prostituzione. Volevo capirne di più e vedere se era possibile far qualcosa per salvare queste ragazze”.