Raccontami. Ogni mercoledì 2 puntate in prima serata

Gli anni Sessanta, i cambiamenti, il progresso, gli slanci, le speranze. E una famiglia – padre, madre, tre figli, una zia e una nonna – attraverso i ricordi di Carlo, il più piccolo, nato nel ’54, l’anno in cui è nata la Tv italiana. Raccontami, la serie in 13 puntate, andrà in onda su Tv2000 dal 4 febbraio 2015 con Massimo Ghini e Lunetta Savino. Ogni mercoledì 2 puntate in prima serata ed in replica il sabato alle 12.35.

Luciano Ferrucci (Massimo Ghini) è responsabile di cantiere per una importante impresa che sta costruendo il Villaggio Olimpico in vista delle Olimpiadi del 1960. È preparato e coscienzioso al punto che il suo datore di lavoro Sartori (Ivano Marescotti) lo incoraggia a finire gli studi e a diventare geometra. Anche la moglie Elena (Lunetta Savino) è solidale e comprensiva. La famiglia è sul punto di fare un salto socio-economico. I primi segni sono l’acquisto di un televisore e addirittura la macchina, pagati, ovviamente, firmando cambiali. Il primogenito Andrea (Edoardo Natoli) è appassionato di moto e di canzonette, un po’ dello studio, dove invece eccelle la sorella Titti (Carlotta Tesconi) carattere reattivo, intelligenza vivace e inconsapevolmente femminista ante-litteram. È fidanzata con Antonio Dentici (Primo Reggiani), ottimo ragazzo un po’ all’antica e senza grilli per la testa, ma anche senza grandi ambizioni. Carlo (Gianluca Grecchi) il più piccolo, è il filo conduttore, il punto di osservazione della famiglia e del mondo che le ruota intorno. Fanno parte della famiglia anche la sorella di Elena, zia Anna (Giorgia Cardaci), una sognatrice in cerca del grande amore, mascherina nel vicino cinema e la nonna Innocenza (Mariolina De Fano) che è analfabeta e antimodernista che vede lo zampino del demonio anche nella tv, che vivrà le sue debolezze quando arriverà dal paese Salvatore Lo Buono (Luigi Burruano). Accanto alla famiglia e a completare la vita del quartiere dove abitano i Ferrucci, un mondo di amici (Furio – Mauro Meconi, Guido – Andrea Bosca), fidanzatine (Caroline – Sascha Zacharias, Francesca – Maria Palma Petruolo), segretarie (Olympia – Giusy Frallonardo), vicini di casa (il maresciallo Mollica – Max Giusti, sua moglie Mariarosa – Cloris Brosca e la figlioletta Domenica – Elena Faedda) e neo-arrivati, come Maddalena (Raffaella Rea), mamma di Marco (Guido Ripanti) di cui si ignora il padre e che diventerà il più caro amico di Carlo. Il mistero sulla paternità di Marco si svelerà solo alla fine della serie quando apparirà l’affascinante nonno (Ray Lovelock). A movimentare la vita sentimentale di zia Anna ci pensano Pietro (Francesco Foti), onesto e rassicurante, ma troppo preso dalla passione politica e Italo Monti (Giampiero Judica), un misterioso giovanotto che sembra uscito da un film, pronto com’è a incantare e a inventare. E poi il professor Tavarelli (Daniele Savoca) che tanta parte avrà nella formazione anche sentimentale di Titti; il tenente Terenzi (Paolo Sassanelli), il mitico Tenente di Luciano nella Seconda Guerra Mondiale e Padre Negoziante (Marco Marzocca) parroco vecchio stampo, che con simpatia si trova ad affrontare la modernità.
La serie è prodotta da PayperMoon Italia per Rai Fiction, è diretta da Riccardo Donna e Tiziana Aristarco ed è scritta da Stefano Rulli con Gloria Malatesta e Claudia Sbarigia.