Padre Paolo Dall'Oglio
Padre Paolo Dall’Oglio

Roma, 17 agosto 2015 – “Il sequestro di padre Paolo Dall’Oglio è un caso doloroso. La porta della speranza non è chiusa, resta sempre aperta ma il tempo passa. Dalle notizie in mio possesso non ci sono mai stati contatti, questo è un fatto un po’ inquietante”. Lo ha detto il nunzio a Damasco, mons. Mario Zenari, ai microfoni di Tv2000 e inBlu Radio, ricordando il gesuita italiano rapito in Siria da oltre due anni.

Mons. Zenari ha inoltre sottolineato che “sono migliaia e migliaia le persone scomparse di cui non si sa più niente, rapite da gruppi diversi. C’è chi dice che le persone sparite in questo conflitto siano 20 mila. Possiamo immaginare la sofferenza di tutte queste famiglie”.

 

Intervista di Rita Salerno

17 Agosto 2015

  •  
     
  • Montecitorio Selfie