Versi da “Sacchi a terra per gli occhi” di Clemente Rebora