Disabili, Damiano: “Aziende insensibili, preferiscono penale all’assunzione”

Il presidente della Commissione lavoro della Camera al Tg2000: “Società assomiglia alla legge della Giungla”

Pd: al via assemblea gruppo Camera, stasera nuovo capogruppoRoma, 30 marzo 2016 – “Molte aziende preferiscono pagare una penale piuttosto che assumere una persona con disabilità. Questa è la testimonianza di una carenza di sensibilità”. Lo ha detto il presidente della Commissione lavoro della Camera, Cesare Damiano, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, a margine della celebrazione al Quirinale della ‘Giornata per le persone con disabilità intellettiva’ e commentando le parole del presidente della Repubblica sull’inserimento nel mondo del lavoro delle persone con disabilità.
“Purtroppo – ha aggiunto Damiano – stiamo andando verso una società che assomiglia più alla legge della Giungla. Bisogna invece riscoprire le radici delle leggi della solidarietà e dell’inclusione ovviamente facendo ricorso agli incentivi necessari. Ci vuole anche una mentalità organizzativa dell’impresa che non bada esclusivamente al profitto a breve ma anche alla distribuzione di una parte di questo risultato per l’inclusione, la tutela e la qualità del lavoro”.
“A livello mondiale – ha concluso Damiano – il dominio della dottrina liberista ha fatto del mercato il dio assoluto sacrificando la persona, la risorsa umana. Il capitalismo finanziario senza cuore ha sostituito il capitalismo industriale che almeno un po’ di cuore ce l’aveva con l’idea che l’operaio doveva guadagnare quel tanto per diventare un cittadino e comprare magari i prodotti del suo lavoro”.

 

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0