Il Siloe Film Festival è il suggestivo festival del Cinema, quest’anno internazionale, che da ormai tre anni prende vita all’interno del Monastero di Siloe, sulle colline dell’entroterra maremmano. Un luogo incantato, dove vive una comunità di monaci laici che, rifacendosi alla tradizione benedettina, hanno scelto una vita di fede e di rapporto pieno con l’ambiente e con il Creato. Il Festival, che avrà luogo i giorni 8 e 9 luglio, vedrà incontrarsi e dibattere filosofi, teologi, intellettuali, tra proiezioni e reading, con la partecipazione speciale dell’attore Salvatore Striano. Ci si confronterà così sul tema di quest’anno, “Alla ricerca dell’altro: la compassione”, e per la quale concorreranno opere già premiate con il David di Donatello 2016 e il Globo D’oro 2016.  Roberto Lanzi, di Parma, architetto, oggi  monaco in una comunità nuova e unica in tutta la Maremma. Il  nome, Siloe, viene dalla fonte del terreno che la ospita, ed è il nome della piscina evangelica che si riteneva sanasse dalle malattie e dal peccato. Roberto Lanzi si racconta a Soul, domenica alle 12.20 e alle 20.30: la sua scelta radicale, l’apporto della vita monastica al mondo, il tempo del silenzio, e la decisione strana di accogliere nel loro monastero un Film festival.

1 Luglio 2016

  •  
     
  • Montecitorio Selfie