Cinque “Speciali” su Madre Teresa curati da Pina Cataldo: i giorni e gli orari di programmazione

Cinque speciali curati dalla regista Pina Cataldo raccontano Madre Teresa di Calcutta: dall’adolescenza trascorsa nella cittadina natale di Skopje, in Albania, fino alla fine della vita terrena avvenuta  nella Casa Madre di Calcutta.

1) GONXHA, LA GIOVANE DI SKOPJE  – 3 settembre alle 19.00

La vocazione, testimonianze della cugina e delle amiche della famiglia Bojaxiu. Il ricordo commovente di chi ha conosciuto la giovane Agnes (Gonxha è il nome con il quale Madre Teresa veniva chiamata in famiglia e dagli amici) la mamma Drana e la sorella Age.

2) DA SKOPJE A CALCUTTA – sabato 3 settembre alle 19.00

Agnes lascia la sua terra natale, va in Irlanda per entrare nella “Congregazione delle Figlie di Sant’Anna di Loreto”. Poi la “chiamata nella chiamata” per dedicarsi al “servizio dei più poveri tra i poveri”.  Il ricordo delle suore e delle alunne della esclusiva scuola St Mary di Calcutta dove insegnò per 15 anni geografia.

3) TRA I PIU’ POVERI DEI POVERI – sabato 3 settembre alle ore 14.25

Vestita di un semplice sari e con cinque rupie in tasca Suor Teresa inizia il servizio ai “Poveri più Poveri” assistendo i moribondi di Motijl. Con le prime 12 suore, sue ex alunne, inizia l’opera delle Missionarie della Carità. Da Calcutta… al mondo. Oggi “le suore di Madre Teresa”, col sari bianco bordato di azzurro, sono presenti nelle miserie più spaventose del pianeta.

4) UN NOBEL DIVENTA SANTO – sabato 3 settembre alle 17.05 e domenica 4 settembre alle 6.20

“La piccola grande donna”- come l’ha definita Giovanni Paolo II – che con la sua opera di dedizione ai sofferenti ha stupito il mondo viene insignita di numerosi premi internazionali e nel 1979 del Premio Nobel per la pace. Tutti l’hanno capita ed amata: indù, musulmani, buddisti, cristiani ed atei.

5) TU L’HAI FATTO A ME – domenica 4 settembre alle 19.00

“Qualsiasi cosa avete fatto al più piccolo…”  Madre Teresa ha incarnato e vissuto pienamente le opere di misericordia: adozioni, malati di aids e di lebbra, case di accoglienza … sempre pronta ad una vita di “sacrificio gioioso” per alleviare la sofferenza degli abbandonati, dei soli, dei non amati, dei reietti della società. “Percorrendo infaticabile le strade del mondo intero Madre Teresa ha segnato la storia del nostro secolo”(Giovanni Paolo II)

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0