Retroscena: martedì 22 novembre in seconda serata su Tv2000

Un fenomeno sociale, teatrale e antropologico tutto da scoprire e conoscere: la piccola comunità di paesani-attori di Monticchiello, in provincia di Siena,  protagonista della settima puntata di “Retroscena: i segreti del teatro”, il programma di Michele Sciancalepore. “La grandezza di una vita non si misura dalla grandezza del luogo in cui si è svolta, ma da tutt’altre cose”, così scriveva in una lettera alla mamma don Lorenzo Milani il 28 dicembre del 1954, venti giorni dopo il suo arrivo a Barbiana; una citazione che calza a pennello per il piccolo centro abitato di Monticchiello, borgo della suggestiva Val D’Orcia che da più di cinquanta anni propone una  formula teatrale più unica che rara, definita dal grande maestro Giorgio Strehler “autodramma”: i monticchiellesi ogni anno non vanno in scena ma “scendono in piazza” per rappresentare la proprie gioie e dolori, sogni e tensioni. Stiamo parlando del Teatro Povero di Monticchiello,  dove un paese senza un teatro decide di aggregarsi attorno a un’idea di teatro in piazza. Un progetto sociale e culturale nato il 23 Luglio del 1967 in cui gli stessi cittadini tentano un recupero e una salvaguardia dell’identità culturale e sociale ‘contadina’ mettendola in rapporto con le nuove identità che vanno affermandosi nel Novecento. Mentre nel mondo il teatro abbatteva la “quarta parete” e invadeva la realtà, a Monticchiello la vita costruiva parete e palco e si faceva teatro. Una forma di resistenza alla crisi della società mezzadrile e al fenomeno dello spopolamento dei piccoli paesi che il gruppo di paesani- attori di Monticchiello, tutti rigorosamente non professionisti, mette in scena ogni anno nel mese di Luglio, in un intreccio fecondo di vita e arte che rende più che mai necessario il teatro. In conclusione, oltre alla consueta creazione artistica della ‘sand artist’ Gabriella Compagnone, l’ormai immancabile appuntamento con la nuova rubrica “CheTeatroFa”: una mappa degli eventi e delle “temperature” teatrali più significative della nostra penisola in stile meteo.