Parliamo del dolore del bambino a “Dapprincipio” di Carlo Bellieni, condotta da Enrico Selleri. In onda sabato alle 11.20

Concludiamo il ciclo della trasmissione Dapprincipio con una puntata che affronta un tema molto importante e delicato: Il dolore del bambino.  Abbiamo visto come il dolore accompagni la nostra vita. Il dolore ci interroga, ma ci turba e ci indigna soprattutto se sono i bambini a subirlo.  Un argomento delicato, trascurato per troppo tempo. I bambini, anche se molto piccoli, soffrono come e più di noi adulti. E oggi che sempre più spesso si interviene con terapie e chirurgicamente sui neonati e addirittura sui feti, per risolvere patologie incompatibili con la vita, come facciamo a togliere il dolore a questi pazienti così piccini? E i bambini che nascono prematuri? Li vediamo riposare nelle incubatrici, curati da mani esperte, ma così fragili, attaccati a monitor, sondini, flebo…soffrono? E come si fa a diminuire questa sofferenza? E nella vita di tutti i giorni come possiamo calmare il bambino e aiutarlo ad affrontare eventuali piccoli dolori fisici? Quali sono i farmaci più adatti ai bambini? Tante domande a cui cerchiamo di rispondere con l’aiuto di un gruppo di esperti : dal Policlinico Agostino Gemelli Roma il pediatra e neonatologo LUIGI CATALDI, LUIGI JANIRI Direttore della Scuola di Psichiatria e il ginecologo GIUSEPPE NOIA Direttore dell’ Hospice Perinatale, ANNA MARIA ALOISI Fisiologa dell’ Università di Siena, la neonatologa LUISA PIERAGOSTINI dell’Ospedale san Filippo Neri di Roma, PIERLUIGI RIGHETTI Psicoterapeuta dell’ Università Salesiana di Venezia (IUSVE)  e il Colonnello ANTONIO MEDICA, Direttore dello Stabilimento chimico-farmaceutico militare di Firenze. Infine con ERIKA RUSSO, coordinatrice educativa di Save the children, affronteremo il dolore del bambino davanti a situazioni di emergenza. Spesso quando vediamo immagini di piccoli che subiscono la tragedia della guerra, o di un cataclisma della natura non capiamo come si possa sopravvivere, come si possa crescere. Si può con la tenerezza, e la chiarezza della verità, consapevoli che un mondo a misura umana deve essere in primo luogo un mondo a misura di bambino.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0