Paolo Gentiloni nuovo presidente del consiglio incaricato. L’intervista di Monica Mondo nel 2015 per lo Speciale Viaggio Papa a Cuba

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito a Paolo Gentiloni l’incarico di formare il nuovo governo. L’ex ministro degli Affari Esteri domenica 11 dicembre si è recato a Palazzo Madama per incontrare il Presidente del Senato Pietro Grasso e poi a Montecitorio dove ha incontrato la Presidente della Camera Laura Boldrini. Più di un anno fa l’allora Ministro del Governo Renzi è stato intervistato da Monica Mondo durante il programma #Soul in occasione dello Speciale dedicato al viaggio di Papa Francesco a Cuba. “Su questo viaggio del Papa titolerei: il Papa globale o la globalizzazione della misericordia. Proprio perché il pontefice ha parlato più volte del rischio di una globalizzazione dell’indifferenza” aveva detto durante l’intervista. “Gli Usa –  aveva spiegato Gentiloni – restano il principale Paese del mondo, Cuba era il luogo di una grande e possibile riconciliazione cui la Santa Sede ha grandemente contribuito. E il Papa che è americano sa che in quel grande continente c’è un risveglio di coscienza e attività religiosa. Ma in questo risveglio la Chiesa di Roma vuole e deve avere uno spazio, con tutte le caratteristiche di novità che sta esprimendo”.
L’allora ministro degli Affari Esteri, ed oggi nuovo capo del governo, ha avuto modo di sottolineare come “nel contesto internazionale non essendoci più un ordine basato su due grandi potenze o su una singola superpotenza come è stato alla fine degli anni novanta, risalta il ruolo di autorità morale della Chiesa. E poi Papa Francesco è anche la personificazione della Chiesa globale”.

Chi è Paolo Gentiloni

gentiloni
Paolo Gentiloni durante l’intervista a Soul nel settembre 2015

Deputato in Parlamento, eletto a Roma, già membro della Commissione Esteri e Presidente della sezione Italia-Stati Uniti dell’Unione Interparlamentare.

E’ componente della Direzione Nazionale del Partito Democratico.
Laureato in Scienze Politiche, giornalista professionista.

Negli anni Novanta ha lavorato al Comune di Roma come portavoce del Sindaco e Assessore al Giubileo e ai rapporti internazionali. E’ stato coordinatore della campagna dell’Ulivo per le elezioni politiche del 2001.

Eletto in Parlamento dal 2001, è stato Presidente della Commissione Bicamerale di Vigilanza sulla Rai (2005-2006) e Ministro delle Comunicazioni nel secondo Governo Prodi (2006-2008).

Ha fatto parte del Comitato dei 45 fondatori del Pd nel 2007

(Fonte: Ministero degli Affari Esteri)