L’intervista di Yvan Sagnet andrà in onda a Soul Sabato 7 Gennaio alle 12.20 e alle 20.45

Yvan Sagnet ha appena trent’anni, è nato a Douala, in Camerun, è  ingegnere e scrittore, attivista politico senza partiti, diventato noto per il coraggio con cui animò la celebre rivolta   contro i caporali, nelle terre salentine dove lo Stato tollerava l’infamia dello sfruttamento del lavoro nero, soprattutto di migranti, costretti alla raccolta dei pomodori in condizioni lavorative e di vita disumane. Lui osò dire no, rischiando la vita, e convincendo compagni di sventura pavidi e miseri a bloccare l’autostrada, attirando l’attenzione mediatica e finalmente politica, che portò alla storica benchè tardiva legge contro il caporalato. Per questo il ragazzo venuto dal Camerun è Cavaliere della Repubblica italiana “per il suo contributo all’emersione e al contrasto dello sfruttamento dei braccianti agricoli”. Per questo ha scritto la sua storia in un libro, e un altro ancora, per testimoniare che questo sfruttamento non è affatto concluso, e non riguarda solo la Puglia, o il Meridione d’Italia.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0