“Indagine ai confini del sacro” in onda lunedì 3 aprile in seconda serata

Apparizioni, veggenti, lacrimazioni, gruppi pseudoreligiosi, eventi mistici. Volti e fatti in cui la superstizione ha scavalcato la verità e l’autoreferenzialità ha sostituito la fede. Il programma indaga e racconta questi fenomeni con inchieste e reportage, provando a separare il vero dal falso. Nell’epoca dell’individualismo, la fede sembra perdere terreno, ma non è la scienza a sostituirla né la ragione, sulla quale anche la fede si poggia. Al contrario dappertutto, in ogni ambiente sociale e in modo totalmente trasversale, sorgono e si diffondono sette, si ergono guaritori e falsi profeti.
Il conduttore, come una sorta di detective del sacro – con gli strumenti della ragione, della scienza e della fede – vuole portare lo spettatore a scoprire storie di fede autentica, miracoli accertati, eventi prodigiosi certificati. L’occhio della telecamera indaga e svela storie, persone, luoghi e fatti segnati da sincera devozione e autentica religiosità popolare.