Padre Nostro. Don Marco Pozza a Barbiana nei luoghi di don Milani mercoledì 8 novembre alle 21.05 su Tv2000

“A Barbiana mi ha colpito quel ‘I care’, che va contro il me ne frego dell’epoca fascista. Farmi carico di questo”, così Papa Francesco nel prossimo incontro con don Marco Pozza, cappellano del carcere “Due Palazzi” di Padova, ricorda Barbiana e la scuola di don Milani. “Venga il tuo regno” è il tema della terza puntata di Padre Nostro i cui protagonisti sono tre ex allievi di don Milani, l’attrice Maria Grazia Cucinotta e un fotoreporter, Francesco Malavolta. Mercoledì 8 novembre alle 21:05 su Tv2000, canale 28 del digitale terrestre. C’è un’ intervista a Papa Francesco nel nuovo programma di Tv2000 ‘Padre Nostro’, in onda alle ore 21.05. Il Pontefice parla della paternità di Dio con don Marco Pozza, giovane cappellano del carcere di Padova, autore e conduttore del programma. Nove puntate, ogni mercoledì, nel corso delle quali don Marco incontra anche noti personaggi laici del mondo della cultura e dello spettacolo, che s’interrogano sul senso della più conosciuta, familiare, ma anche teologica tra le preghiere cristiane. Umberto Galimberti, Erri De Luca, Carlo Petrini, Pif, Maria Grazia Cucinotta, Flavio Insinna, Silvia Avallone, Simone Moro e Tamara Lunger, accompagnano il sacerdote in un viaggio dai cieli alla terra. Da Reggio Calabria a Milano, da Napoli a Bologna, passando per la laguna di Orbetello, Fabriano, Castelluccio di Norcia, il Padre Nostro viene attraversato seguendo il percorso tracciato da storie di uomini e donne che ne esplicitano il senso: la figlia di un ergastolano e un ingegnere aerospaziale, una monaca di clausura e una ballerina di burlesque, degli ex-alunni di don Milani e un fotografo di Frontex, il padre di un ragazzo ucciso dalla camorra e un calzolaio-scultore, la varietà della carne che spiega lo spirito. Don Marco Pozza dipana il filo del discorso sulla preghiera camminando sotto le volte affrescate di Palazzo delle Aquile a Palermo, avendo come scenografia le Terme di Caracalla, oppure sorvolando in elicottero le Alpi Orobie. La regia è di Andrea Salvadore.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0