Retroscena: martedì in seconda serata su Tv2000. Alla scoperta dell’arte teatrale dei “Calanchi Lucani”

Retroscena va fuori dal mondo per scovare il Teatro! Nell’ottavo appuntamento stagionale del programma Michele Sciancalepore va alla scoperta di un luogo desolato e isolato, brullo e ispido ma ricco e reso fertile dall’arte teatrale: “I Calanchi Lucani”. Sembra di stare nell’arida Arizona, invece siamo nell’entroterra della Basilicata, a sette chilometri dalla “città bianca”, Pisticci, in un posto che crea stupefazione, da salvaguardare e rispettare perché è il risultato morfologico di milioni di anni di paziente lavorio di erosione degli agenti atmosferici che lo ha reso così unico, intimo, lunare, vuoto e quindi pieno di suggestione. E qui si fa teatro, “Il Teatro dei Calanchi”, un evento a impatto zero, senza tecnologia, senza elettricità né amplificazione, senza inquinamento luminoso né acustico. Con cosa allora? «Con la creatività, un dono che va scartato e messo al servizio della comunità», non ha dubbi Daniele Onorati, migrante di ritorno, ideatore e direttore artistico del progetto. Le telecamere d Retroscena hanno testimoniato il processo creativo dello spettacolo di punta della rassegna, Medee, con la regia di Matteo Tarasco. Non una bensì sette “Medee” quante sono le intrepide attrici, selezionate su più di 240 candidate, chiamate a dare voce alle molteplici anime della barbara di Corinto innamorata di Giasone che per lui tradisce la famiglia, dona il vello d’oro e se stessa per poi venire ripudiata, umiliata, esiliata e costretta a perpetrare la tremenda vendetta che l’ha resa icona di madre assassina dei suoi figli. Tante le tematiche e le fonti letterarie che compongono la drammaturgia ma un solo filo conduttore che dona alle Medee coerenza e forza espressiva: la condizione di straniera. In conclusione, come sempre, la nostra “sand artist” Gabriella Compagnone con la sua creazione artistica sulla sabbia, e l’immancabile appuntamento con la rubrica “CheTeatroFa”, la mappa degli appuntamenti e delle “temperature” teatrali più significative della nostra penisola in stile meteo.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0