Papa Francesco visita la parrocchia romana di San Gelasio I, il racconto

Papa Francesco visita la parrocchia romana di San Gelasio I Papa, nel quartiere di Rebibbia. Arriva intorno alle 15.30 accolto dall’entusiasmo della gente lì raccolta già dalle 14 nonostante la pioggia che a Roma non smette di cadere.

Il primo incontro è con i ragazzi della catechesi e dell’oratorio, sul campo di calcio parrocchiale. Il Papa, senza ombrello, saluta tutti i presenti e dopo aver ascoltato alcune testimonianze e aver firmato un pallone

Papa Francesco

pronuncia il suo primo discorso: “Nella vita ci sono tempi belli e tempi brutti. Un cristiano deve andare avanti con coraggio: Gesù ci guida. Ognuno risponda alla domanda: io mi lascio portare per mano da Gesù?”. Ecco il video integrale dell’incontro:

 

Dopo l’incontro con i giovani, arriva il momento degli anziani, ai quali dice: “Voi siete la brace del mondo; sotto le difficoltà, sotto le guerre, c’è la brace di fede, di speranza, di gioia nascosta. Per favore conservate la brace, quella che avete nel cuore, con la vostra testimonianza. Ognuno di voi ha una missione, nel mondo e nella Chiesa: portare avanti il fuoco nascosto, il fuoco della vita. La vostra vita non è stata inutile: è stata fuoco che ha dato calore e alla fine il fuoco si spegne, ma rimane la brace. E per favore: parlate con i giovani! Non li rimproverate, loro hanno bisogno della vostra esperienza”. Ecco il suo discorso integrale:

Dopo aver incontrato privatamente i gruppi parrocchiali e aver confessato alcuni fedeli, Papa Francesco ha presieduto la celebrazione eucaristica. Nell’omelia il Santo Padre ha sottolineato due aspetti in particolare, due cose che oggi la Chiesa ci insegna: la prima è che Gesù ci prepara sempre alle prove e nelle prove è con noi, non ci lascia mai soli. L’altra è che non c’è momento della vita che non possa essere vissuto pienamente se non ascoltando Gesù. Nei momenti belli e brutti della nostra vita – ha aggiunto il Papa – fermiamoci e ascoltiamo Gesù: questa è la strada, Lui ci dirà cosa fare. “Andiamo avanti in questa Quaresima – ha detto Francesco – con queste due cose: nelle prove ricordare la gloria di Gesù, cioè quello che ci aspetta, che Gesù è presente sempre con quella gloria per darci forza, e durante tutta la vita ascoltare Gesù: nel Vangelo, nella Liturgia e nel cuore”. “Facciamoci questa domanda – ha aggiunto il Papa: Cosa mi dice Gesù oggi?” Cerchiamo di ascoltare la sua voce, sarà la Madonna a darci il secondo consiglio, come a Cana: «fate quello che vi dirà». Ascoltare Gesù e fare quello che ci dice – ha concluso il Santo Padre: questa è una strada sicura”.

Ecco l’omelia integrale:

Al termine della Santa Messa e prima di fare ritorno in Vaticano, Papa Francesco ha pronunciato alcune parole ai fedeli raccolti nel piazzale della parrocchia. Grazie per essere rimasti qui al freddo – ha detto il Papa – grazie della vostra accoglienza e della vostra bontà. Il Signore vi benedica. Preghiamo gli uni per gli altri, per tutte le famiglie della parrocchia, per i sacerdoti per tutti quelli che lavorano qui, per tutti i fedeli e i non fedeli.

Ecco il suo saluto alla parrocchia di San Gelasio:

 

Questo è il video integrale dello speciale del TG2000 sulla visita di Papa Francesco alla parrocchia romana di San Gelasio I, con le interviste di Cristiana Caricato e Nicola Ferrante agli operatori parrocchiali, ai presbiteri, a Mons. Angelo De Donatis, vicario generale del Papa per la diocesi di Roma, e ai fedeli che hanno partecipato all’incontro. Il racconto della vita di una parrocchia di periferia, che dopo 46 anni ha potuto finalmente ricevere la visita del successore di Pietro.