TV2000 APPROFONDIMENTI – A Bel tempo si spera l’amico prete di Astori e i segreti della Sindone

Lunedì 26 marzo – venerdì 30, ore 7.30 e 9.10 – La settimana santa con le meditazioni di Gianni Aversano ed i musicisti di Napolincanto sui canti popolari della passione e una nuova collaborazione con InBlu Radio, e l’intervista a Max Gazzè ospite di Paola Gallo. Aprono la programmazione di Bel tempo si spera, il programma mattutino di Tv2000, condotto da Lucia Ascione. Martedì 27 marzo: don Fabio Baggio, sottosegretario al nuovo Dicastero per lo sviluppo umano integrale sul tema dell’inclusione dei migranti, con intervista al sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuno, medico, da sempre in prima linea nel salvataggio di chi sbarca sulle coste sicule. Laura Efrikian e la sua nuova vita da volontaria in Africa. Landino Cugola ed Emanuele Baldo, la loro storia di amicizia e di impresa, nata da un paziente ed il chirurgo che gli attaccò la mano. In ultimo P. Roggio ed il significato della “Tavola” nei vangeli. Mercoledì 28 marzo: la processione del Cristo morto di Orte, in studio Roberto Rondelli. La vicenda umana e sportiva del giovane calciatore Astori raccontata da Don Massimiliano Gabricci, suo caro amico, cappellano della Fiorentina e della Nazionale. Dopo l’udienza, lo Stabat Mater: la voce di Chiara Taigi ed il racconto di Mons. Vincenzo De Gregorio, Preside del Pontificio Istituto di Musica Sacra. Giovedì 29 marzo: i ragazzi che scriveranno le meditazioni sulla via crucis al Colosseo ed il loro insegnante Andrea Monda. L’ultima cena di Leonardo raccontata con passione dalla storica dell’arte Fulvia Strano. Il giovedì santo, i suoi riti e la liturgia approfonditi da Suor Roberta Vinerba. Oggi e domani, i riti della passione a S. Cataldo, con Cesare Avanzi. Assisi con Enrico Selleri. Siviglia, Antonella Ventre. Venerdì 30 marzo: Carla Lauri e le composizioni floreali per la liturgia della Pasqua. I segni della passione di Cristo nella Sindone, con la sindonologa Emanuela Marinelli e la riproduzione degli strumenti di tortura che hanno martoriato Cristo. La storia di amore e di croce di Bea Naso, la piccola affetta da una rarissima malattia recentemente scomparsa, e della sua mamma stroncata da un cancro lo scorso agosto, portata in studio nel giorno della passione di Cristo dalla zia Sara Fiorentino.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0