Ciclo “Cinefestival”

Ogni venerdì in prima serata CICLO CINEFESTIVAL

 

8 gennaio – The Artist è un film del 2011 diretto da Michel Hazanavicius. Film muto in bianco e nero con protagonisti Jean Dujardin e Bérénice Bejo. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali tra cui cinque Premi Oscar, tre Golden Globe, sette BAFTA e sei César.

 

15 gennaio   – Un giorno di gloria per Miss Pettigrew (Miss Pettigrew Lives for a Day) è un film del 2008 diretto da Bharat Nalluri con Frances McDormand nel ruolo di Guinevere Pettigrew e Amy Adams.

 

 22 gennaio  – Tutti pazzi per Rose (Populaire) è un film del 2012 diretto da Régis Roinsard.

 

29 gennaio  – Ritratto di famiglia con tempesta è un film drammatico giapponese del 2016 diretto da Hirokazu Kore’eda ed interpretato da Hiroshi Abe.

 

 5 febbraio  – Un traduttore di Rodrigo e Sebastian Barriuso. Prima visione TV. 

Malin, un professore di letteratura russa dell’università de l’Havana, viene incaricato dal governo di fare da traduttore per un gruppo di pazienti provenienti dall’unione sovietica. I pazienti, principalmente bambini e adolescenti accompagnati dalle loro madri, sono i sopravvissuti al disastro di Chernobyl, che riportano danni da radiazioni. Il passaggio dal mondo astratto dell’accademia a quello reale e drammatico dell’ospedale stravolge la stabilità emotiva dell’uomo che col tempo inizia ad instaurare dei legami con i piccoli pazienti. Nel frattempo, cade il muro di Berlino e Cuba entra in una durissima crisi economica, così che Malin dovrà occuparsi anche della sua famiglia. Tratto da una storia vera.

 

19 febbraio   – The Iron lady è un film del 2011 diretto da Phyllida Lloyd, che racconta la vita dell’ex primo ministro britannico Margaret Thatcher, interpretata da Meryl Streep, che per la sua interpretazione ha ricevuto il suo terzo Oscar. Il resto del cast comprende Jim Broadbent, che interpreta Denis Thatcher, e Anthony Head, nel ruolo del longevo membro del gabinetto Geoffrey Howe.

26 febbraio  – L’Odissea  è un film del 2016 diretto da Jérôme Salle. Film biografico che narra le tappe principali della vita del regista, esploratore e oceanografo Jacques-Yves Cousteau.

5 marzoIl figlio dell’altra un film del 2012 diretto da Lorraine Lévy.  Joseph Silberg è un ragazzo palestinese nel sangue (ma mantenuto da genitori israeliani) che vive a Tel Aviv con suo padre colonnello dell’esercito israeliano e sua madre medico per un ospedale della città. Durante la visita militare si scopre che il gruppo sanguigno di Joseph non è compatibile con quello dei suoi genitori. L’analisi del DNA prova definitivamente che il giovane è stato scambiato alla nascita con Yacine Al Bezaaz, che vive in Palestina nei territori occupati della Cisgiordania. Joseph e Yacine sono quindi sconvolti e confusi per tale scoperta che getta nel panico le due famiglie, culturalmente molto distanti, che proveranno ad avvicinarsi ma le “questioni politiche” superano la buona volontà, e i due padri finiscono per scontrarsi per la guerra che divide entrambi i loro popoli.

12 marzo Il giardino di limoni è un film del 2008 diretto da Eran Riklis.

Il film racconta la battaglia legale di una donna palestinese in difesa del proprio limoneto e affronta il lungo conflitto israelo-palestinese, descrivendo l’inatteso coinvolgimento della moglie del Ministro della Difesa israeliano.

19 marzo  – In un mondo migliore (Hævnen) è un film del 2010 diretto da Susanne Bier. Il film, il cui titolo originale, in danese, significa “vendetta”, nel 2011 ha vinto sia il Golden Globe che il premio Oscar al miglior film in lingua straniera.

26 marzoRitorno alla vita  è un film del 2015 diretto da Wim Wenders, con protagonisti James Franco e Charlotte Gainsbourg. Tomas è uno scrittore statunitense in piena crisi creativa. La sua relazione con Sara, innamorata ma con aspettative diverse, gli crea dei problemi. Tutti i suoi rapporti sono problematici: quello con l’editrice Ann con cui va a vivere e sua figlia Mina; con il padre, scienziato in pensione; il tormento della scrittura, il successo critico e il riconoscimento intellettuale; il legame misterioso e indissolubile con l’illustratrice Kate, giovane madre di due bambini che vive negli spazi sconfinati del lago Ontario.