Un anno senza Ettore Scola.
Rivedi la nostra intervista

Reticente ad ogni genere di intervista, Ettore Scola si è reso disponibile ai microfoni di TV2000 per raccontare il suo cinema da la terrazza a una giornata particolare, sino a Brutti sporchi e cattivi in occasione del docufilm, alla Festa di Roma, “Ridendo e scherzando” in cui Pif intervista Scola. E a Fabio Falzone Scola rivela “Ieri ci si incontrava di più: io sapevo cosa facevano Fellini e De Sica prima ancora di girare un film, sui progetti ci consultavamo, c’era amicizia” “oggi difficile pensare che Sorrentino e Garrone sappiano qualcosa l’uno dell’altro”. E ancora: “vedo un’Italia di persone disoneste, arricchite grazie alla disonestà e felici di esserlo: io non sono mai stato così”