06/11/2017 L’omelia di Papa Francesco a Santa Marta

È lasciandosi «misericordiare» da Dio che si possono fare propri i suoi «doni irrevocabili: l’elezione, la promessa e l’alleanza». Lo ha affermato il Papa, confidando di vedere, in modo particolare, queste tre realtà «ogni volta che vengono da me i fidanzati perché io benedica le loro fedi: l’elezione — si eleggono mutuamente —, la promessa di portare la vita avanti insieme e l’alleanza». E proprio «per questo il matrimonio è fra le figure più perfette del dono di Dio». Ecco il filo conduttore della meditazione che Francesco, invitando tutti a un esame di coscienza, ha proposto lunedì mattina 6 novembre durante la messa celebrata a Santa Marta.

Leggi il testo integrale