Speciale Diario di Papa Francesco – Viaggio in Cile e Perù 4° Giorno 18/01/2018

VIAGGIO IN CILE E PERU’

SANTIAGO – IQUIQUE – LIMA

Quattro giorno

18 gennaio 2018

 

Nella quarta giornata di viaggio in Cile, il Papa in volo per Iquique, ha celebrato il matrimonio a sorpresa di Carlos e Paula, due assistenti di volo che viaggiavano con lui e che fino ad oggi erano sposati civilmente perché la loro chiesa è stata distrutta dal terremoto.

Arrivato a Iquique, nel Campis Lobito il Papa ha celebrato la  Santa Messa  con la Celebrazione Fraterna per l’integrazione dei Popoli, in onore Di Nuestra Señora Del Carmen, Madre e Regina Del Cile. Francesco ha parlato del messaggio del Vangelo come fonte di gioia: “Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena» (Gv 15,11). Una gioia che si propaga di generazione in generazione e della quale siamo eredi. Perché siamo cristiani”.

E poi ha proseguito: “Fratelli, Iquique è una “terra di sogni” (questo significa il nome in lingua aymara); una terra che ha saputo ospitare gente di diversi popoli e culture, gente che ha dovuto lasciare i propri cari e partire. Una marcia sempre basata sulla speranza di ottenere una vita migliore, ma sappiamo che è sempre accompagnata da bagagli carichi di paura e di incertezza per quello che verrà. Iquique è una zona di immigrati che ci ricorda la grandezza di uomini e donne; di famiglie intere che, davanti alle avversità, non si danno per vinte e si fanno strada in cerca di vita. Essi – specialmente quelli che devono lasciare la loro terra perché non hanno il minimo necessario per vivere – sono icone della Santa Famiglia, che dovette attraversare deserti per poter continuare a vivere”.

Questa terra è terra di sogni, ma facciamo in modo che continui a essere anche terra di ospitalità. Ospitalità festosa, perché sappiamo bene che non c’è gioia cristiana quando si chiudono le porte; non c’è gioia cristiana quando si fa sentire agli altri che sono di troppo o che tra di noi non c’è posto per loro (cfr Lc 16,31)”.

In studio:  

Luis Badilla, Direttore Il Sismografo; Alfredo Luis Somoza, storico-giornalista; Donato Di Santo, Segretario Generale dell’IILA; Padre Roberto Carrasco Rojas, Missionario Oblato di Maria Immacolata in Amazzonia.

 

 

A seguire, dopo il pranzo alla “Casa de retiros del Santuario Nuestra Señora de Lourdes” insieme ai Padri Oblati, il Papa ha lasciato il Cile per raggiungere alle 23.20 il Perù, per la seconda tappa del viaggio in America Latina.

In studio:  Flaviano Bianchini, Fondatore e Direttore di Source International; Jorge Pina, Corrispondente Radio Cooperativa de Chile; Iacopo Scaramuzzi, Vaticanista Aska News e Suor Rosa Tellez Soto, Missionaria Comboniana.