Il Natale di Susanna

14 dicembre 2018

Abbiamo aperto la puntata di oggi con le parole del Papa nell’Udienza generale del 27 giugno 2018 in cui Francesco, con una domanda, invitava tutti a fare un “piccolo esercizio”: riflettere sulle tante cose belle donate da Dio.

In studio, insieme a Gennaro Ferrara, Helvia Cerrotti e il marito Enzo Carella raccontano una storia intima legata alla nascita di una figlia, Susanna.

La storia inizia con Helvia felice: sta aspettando una bambina dal marito Enzo. Una notte, però, troppo presto, si rompono le acque. I medici non la illudono: un aborto terapeutico salverà la mamma e porrà fine alle sofferenze di una bimba che non nascerà sana.

Helvia non sopporta un dolore che ha già vissuto. A diciannove anni, infatti, era rimasta incinta e aveva abortito.

Inizia per lei un cammino di immobilità, un tempo di redenzione. Manca poco alla nascita della bambina; dopo tanta fatica, Helvia precipita nello sconforto. Ed è proprio in quel momento che arriva una provvidenziale telefonata: «Devi essere serena, perché Susanna è una protetta della Madonna, io l’ho vista e la rivedrò presto. Vedrai, nascerà sana e libera!». Era don Oreste Benzi, fondatore dell’Associazione Papa Giovanni XXIII, che morirà pochi giorni dopo. Susanna nascerà sana.

Helvia ha poi raccontato questa esperienza nel libro “Un miracolo per la vita” ( Ed. Paoline 2018) scritto insieme ad un suo carissimo amico di scuola Matteo Brunamonti.

Insieme ai coniugi abbiamo poi proseguito l’ascolto delle parole di Papa Francesco, nell’Angelus dell’11 marzo 2018 e nell’udienza Generale del 29 marzo 2017.

Quello che nasce è un inno alla vita, alle vie nascoste della Provvidenza, alla dignità, alla forza dell’essere madre.

 

IN EVIDENZA

Helvia: “Contro ogni speranza”

 

 

UDIENZA GENERALE, 27.06.2018

Quante cose belle…

Papa: quante cose belle ha fatto Dio per ognuno di noi! Quanto è generoso il nostro Padre celeste! Adesso io vorrei proporvi un piccolo esercizio, in silenzio, ognuno risponda nel suo cuore. Quante cose belle ha fatto Dio per me? Questa è la domanda. In silenzio ognuno di noi risponda. Quante cose belle ha fatto Dio per me? E questa è la liberazione di Dio. Dio fa tante cose belle e ci libera.

 

 

 

 

 

ANGELUS  11.03.2018

Dio ci prende per mano

Papa: Dio interviene, offrendo all’uomo la salvezza e la gioia. Dio, infatti, non se ne sta in disparte, ma entra nella storia dell’umanità, si “immischia” nella nostra vita, entra, per animarla con la sua grazia e salvarla.

… Quando ritroviamo il coraggio di riconoscerci per quello che siamo – ci vuole coraggio per questo! -, ci accorgiamo di essere persone chiamate a fare i conti con la nostra fragilità e i nostri limiti. Allora può capitare di essere presi dall’angoscia, dall’inquietudine per il domani, dalla paura della malattia e della morte.

E’ bene conoscere i propri limiti, le proprie fragilità, dobbiamo conoscerle, ma non per disperarci, ma per offrirle al Signore; e Lui ci aiuta nella via della guarigione, ci prende per mano, e mai ci lascia da soli, mai!

 

UDIENZA GENERALE 29.3.2017

Farà cose miracolose

Papa: La nostra speranza non si regge su ragionamenti, previsioni e rassicurazioni umane; e si manifesta là dove non c’è più speranza, dove non c’è più niente in cui sperare, proprio come avvenne per Abramo, di fronte alla sua morte imminente e alla sterilità della moglie Sara. Si avvicinava la fine per loro, non potevano avere figli, e in quella situazione, Abramo credette e ha avuto speranza contro ogni speranza. E questo è grande! La grande speranza si radica nella fede, e proprio per questo è capace di andare oltre ogni speranza. Sì, perché non si fonda sulla nostra parola, ma sulla Parola di Dio.

Mi piacerebbe farvi una domanda: noi, tutti noi, siamo convinti di questo? Siamo convinti che Dio ci vuole bene e che tutto quello che ci ha promesso è disposto a portarlo a compimento? Ma padre quanto dobbiamo pagare per questo? C’è un solo prezzo: “aprire il cuore”. Aprite i vostri cuori e questa forza di Dio vi porterà avanti, farà cose miracolose e vi insegnerà cosa sia la speranza. Questo è l’unico prezzo: aprire il cuore alla fede e Lui farà il resto.