Il diario di Papa Francesco: Salvaguardia del Creato, Bari Frontiera di pace

17 - 23 febbraio 2020

LUNEDI’ 17 FEBBRAIO – 2 TEMI: SALVARE INSIEME IL CREATO E L’IMPORTANZA DELLE CONFRATERNITE IN EUROPA

La settimana del Diario apre con due approfondimenti importanti:
il primo riguarda la salvaguardia del Creato grazie ad un costante dialogo interreligioso tra cristiani e mussulmani.
A parlare di questo primo tema il cardinale Michael Louis Fitzgerald, missionario d’Africa dei Padri Bianchi e la teologa arabista Renata Bedendo autori di un volume edito per Effatà, dal titolo “Salvare insieme il Creato – Cristiani e Musulmani un dialogo in cammino”, con la collaborazione della teologa Cristina Simonelli.

Dopo una panoramica sulla situazione geografica attuale della presenza dell’Islam, il volume analizza l’origine storica delle diversità confessionali dei musulmani con uno sguardo particolare sullo sciismo e si approfondiscono alcuni documenti che hanno iniziato la storia e il cammino del dialogo tra cristiani e musulmani, da “Nostra aetate” a “Laudato si’”.
Inoltre, vengono prese in esame la Dichiarazione islamica sul cambiamento climatico e le nuove prospettive di dialogo aperte dal viaggio di papa Francesco negli Emirati Arabi Uniti, con una riflessione sul Documento sulla Fratellanza Umana per la Pace mondiale e la Convivenza umana.

Il Cardinale Fizgerald è stato Segretario (1987-2002) e poi Presidente (2002-2006) del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso.
Nel Febbraio del 2006 nominato Nunzio Apostolico in Egitto e Delegato presso la Lega degli Stati Arabi.
Creato Cardinale nel concistoro del 5 ottobre 2019 da Papa Francesco.

Renata Bedendo è nel consiglio direttivo del Coordinamento Teologhe Italiane. Ha insegnato islam e dialogo interreligioso all’ISSR di Verona.

Il secondo approfondimento d’inizio settimana riguarda l’importanza delle Confraternite in Europa.
I rappresentanti di oltre 15.000 si sono riuniti il 15 e 16 febbraio scorso a Lugano, in Svizzera, per redigere la Charta 2020, il documento programmatico delle Confraternite, e riflettere sulla loro missione nel continente europeo insieme a Monsignor Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione.
L’evento è patrocinato dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione e dal Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa. L’iniziativa è stata preceduta da un Convegno Internazionale (dall’ 11 al 14 febbraio scorso) sulla figura di San Carlo Borromeo, grande promotore delle confraternite – di cui, in senso lato, può esserne considerato il Santo Patrono – in occasione del 400° anniversario dell’omonima confraternita luganese.

Ospite in studio: Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale, recentemente nominato Assistente ecclesiastico della Confederazione delle Confraternite delle diocesi d’Italia.

MARTEDI 18 FEBBRAIO – AVVICINAMENTO A BARI – “MEDITERRANEO, FRONTIERA DI PACE”

Per cominciare ad entrare nell’evento “Mediterraneo, frontiera di pace” in programma a Bari, organizzato dalla Conferenza Episcopale Italiana che si concluderà, domenica 23, con l’incontro e la Santa Messa presieduti da Papa Francesco, ospite in studio don Ivan Maffeis, portavoce e sottosegretario della Conferenza Episcopale Italiana.
All’interno della puntata avremo modo di ascoltare una interessante intervista sul tema, realizzata con il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

FOCUS BARI: PORTA DI PACE NEL MEDITERRANEO –
DA MERCOLEDI’ 19 FEBBRAIO A DOMENICA 23 FEBBRAIO

Da mercoledì 19 febbraio a domenica 23 febbraio, il Diario segue i lavori dell’evento “Mediterraneo, frontiera di pace” in programma a Bari, organizzato dalla Conferenza Episcopale Italiana che si concluderà, domenica 23, con l’incontro e la Santa Messa presieduti da Papa Francesco.

Un importante incontro di riflessione e spiritualità che vedrà riuniti, nel capoluogo pugliese, i vescovi cattolici dei Paesi affacciati sul Mare Nostrum per confrontarsi sui problemi e il futuro dell’area mediterranea, ma anche per rafforzare un processo organico di scambio e aiuto tra le Chiese.

L’appuntamento di Bari vuole essere un laboratorio di sinodalità, intesa come stile da far trasparire nella stima vicendevole, nella gratitudine, nella cura delle relazioni.
La Chiesa mediterranea, ricca di tradizioni liturgiche, spirituali ed ecclesiologiche, infatti, è presente e operosa, desiderosa di rafforzare le strutture di comunione esistenti e forse anche d’inventarne di nuove.
Un’occasione doppia: a chiudere i lavori sarà papa Francesco per la seconda volta in città dopo la visita del 7 luglio 2018.
L’evento è stato ribattezzato «sinodo del Mediterraneo» e realizza un sogno caro a Giorgio La Pira, il «sindaco santo» di Firenze: fare del mare che bagna tre continenti un ispiratore di relazioni pacifiche tra i popoli e le religioni.
I temi delle migrazioni, la crisi economica, le ingiustizie e gli squilibri prodotti, la prospettiva della cooperazione, saranno altrettanto centrali nella discussione durante i lavori.

MERCOLEDI’ 19 FEBBRAIO – SPECIALE BARI –
CON PARTENZA DIRETTA ORE 15:55

Il diario dalle 15:55 seguirà l’intervento di apertura da Bari, “Le ragioni dell’incontro” del cardinale Gualtiero Bassetti.

A seguire riascolteremo ed approfondiremo la Catechesi dall’Udienza Generale del mercoledì ed analizzeremo i passaggi più salienti che il Santo Padre ha pronunciato in Piazza San Pietro insieme al filosofo Vincenzo Rosito, nato a San Giovanni Rotondo, classe 1979.
Il suo campo di specializzazione è la Filosofia politica e sociale, con particolare interesse alla teologia politica e al dibattito sulla secolarizzazione e sulla condizione postsecolare. Insegna presso la Facoltà di Scienze Sociali della Pontificia Università Gregoriana e presso la Facoltà teologica San Bonaventura – Seraphicum. Collabora con il quotidiano Avvenire. Recentemente si sta occupando del rapporto tra urbanizzazione e vita delle comunità cristiane alla luce dei capitoli 71-75 di Evangelii Gaudium.

GIOVEDI’ 20 FEBBRAIO – 2° GIORNO BARI

Il Diario aprirà come sempre nella sua diretta quotidiana una finestra sui lavori dell’evento “Mediterraneo, frontiera di pace”.
Il tema centrale della giornata sarà: “Consegnare la fede alle generazioni future”.
Ospite in studio il giornalista Lucio Brunelli, già direttore per l’informazione a Tv2000 e Inblu Radio, che presenterà il suo ultimo libro edito per la San Paolo dal titolo “Papa Francesco come l’ho conosciuto io”.
Francesco è un Papa molto rappresentato dai media di tutto il mondo, ma paradossalmente poco conosciuto nelle sue intenzioni più profonde. Lucio Brunelli, vaticanista di lungo corso, che ha conosciuto Bergoglio più di quindici fa e che ha continuato a frequentarlo una volta eletto Papa, ci svela in queste pagine un volto più veritiero di questo successore di Pietro chiamato a Roma dalla fine del mondo. Un diario di ricordi basato su colloqui, lettere, telefonate, da cui traspare una straordinaria e delicata storia di amicizia, parola, amicizia, che l’autore per pudore non usa mai nei confronti del Pontefice.

VENERDÌ 21 FEBBRAIO – 3° GIORNO BARI

Il Diario venerdì 21 febbraio trasmetterà la sua puntata in diretta dal capoluogo pugliese.
Il tema centrale della giornata dell’evento “Mediterraneo, frontiera di pace” sarà: “Rapporto tra Chiesa e Società: mobilità, cittadinanza, libertà religiosa, inequità”.

DOMENICA 23 FEBBRAIO –
GIORNATA CONCLUSIVA A BARI CON L’INCONTRO E LA SANTA MESSA PRESIEDUTI DA PAPA FRANCESCO

Alle 8:30 i vescovi delegati accolgono il Santo Padre nella Basilica di San Nicola a Bari.
A seguire la presentazione delle conclusioni dei lavori sinodali; alle 10:45 la Santa Messa presieduta da Papa Francesco in Piazza Libertà; alle 12:00 Recita dell’Angelus con Papa Francesco.