Il francescano predicatore del Papa che non fa “prediche”

Padre Raniero Cantalamessa, ospite a Soul domenica su TV2000 ore alle 12.20 e 20.30, racconta la sua vita

Padre Raniero Cantalamessa è il ben noto frate cappuccino che per anni ha dato Le ragioni della speranza commentando il Vangelo dagli schermi della televisione.   E’ il predicatore del Papa, lo sappiamo, ma è anche teologo, docente universitario, soprattutto un predicatore “che non fa prediche”, ma un semplice annunciatore del Vangelo.

cantalam3Da qualche tempo, a più di 80 anni di età, si ritirato in un eremo “perché prima di parlare bisogna ascoltare” e nonostante lui abbia scritto più di 300 libri non si è stancato di ascoltare la Parola di Dio.

Marchigiano, nato a Colli del Tronto, Padre Raniero non ha mai dubitato della sua vocazione. Ricorda ancora il giorno in cui capì che “Gesù era la risposta a tutto”. Aveva 12 anni, era un ragazzo che aveva vissuto la seconda guerra mondiale da vicino, e al suo primo giorno di seminario percepì che Dio aveva scelto lui.

cantal5Padre Raniero Cantalamessa si racconta a Soul, parla del suo percorso spirituale, del rapporto con i fedeli, del suo legame con il movimento ecclesiale di Rinnovamento nello Spirito, spiega come si ascolta la voce di Dio per portarla al mondo, senza “prediche noiose”… Lo dice il papa, e lui conferma, dicendo che l’oratoria non è arte facile e spesso è colpa anche della mancanza di umiltà. “Per parlare – prosegue – bisogna consegnarsi al pubblico, per parlare bisogna lasciarsi indifesi a chi hai davanti e questo non è facile. Invito i fedeli ad avere pazienza, Papa Francesco ci dà l’esempio, mettendosi ogni giorno davanti al Vangelo con la fede”.

cantal4

Stimato e richiesto per la sua profondità di giudizi, unita alla modestia e alla semplicità francescana, Padre Raniero dà una definizione dei tre papi, Giovanni Paolo, Benedetto e Francesco, facendo prima una premessa: “ogni Papa deve servire la Chiesa con il suo carisma e non imitare il precedente. Giovanni Paolo II aveva una visione globale, rappresentava tanti aspetti della realtà, non era solo Papa. Benedetto era un teologo e ha arricchito la Chiesa con un richiamo alle basi dottrinali. Papa Francesco è un pastore, è…è  Gesù, per me”.

L’intervista di Padre Raniero Cantalamessa in onda a Soul, Domenica 8 Gennaio alle 12.20 e alle 20.30