Cialledda calda di Matera

CIALLEDDA CALDA di MATERA di nonno Sandrino

Ingredienti per 1 persona

3 Fette di Pane di Matera raffermo o Casereccio di Altamura

100 gr di Cime di Rapa già lessate

Olive Nere

Acqua di cottura delle Cime di Rapa

Pomodori Rossi maturi

1 Uovo in camicia

2 cucchiai di Olio Extra Vergine d’Oliva

Sale

Pepe

Peperoncino

Origano

 

PROCEDIMENTO

Prendere il pane duro o raffermo, spezzarlo in grossi pezzi. Mettere a cuocere, dopo averle accuratamente lavate, le cime di rapa in una grossa pentola in acqua e sale q.b. Dopo la cottura (come consiglia la nonna) non gettare via l’acqua delle rape, ma scolarle con una schiumarola, poiché nella stessa acqua  si calerà il pane spezzato,  portandolo leggermente a bollore affinché si ammorbidisca.
A parte, in una padella dorare aglio, peperoncino e origano in olio extravergine d’oliva e aggiungere i pomodorini lavati e tagliati in quattro parti, dopodiché, versare le rape e le olive e tenerle in cottura aggiungendo un poco d’acqua conservata. Salare a piacere. Al termine posizionare in una scodella il pane cotto scolato con la schiumarola, e adagiarci sopra il composto privato dell’aglio. Per non buttare via nulla…utilizzare l’acqua di cottura delle rape, appoggiare un mestolo di metallo e rompere dentro un uovo.

Bollire per qualche minuto l’uovo che diverrà solido con il tuorlo ancora liquido, come l’uovo in camicia.

Riporre l’uovo nella ciotola guarnita con il pane abbrustolito e le verdure.