Crostata alla frutta secca

Ingredienti per 4 persone (tortiera da 22 cm)

125 gr farina 00

1 uovo

50 gr di zucchero semolato

80 g di burro

mezza bustina di lievito per dolci

200 gr tra Noci, nocciole e mandorle sgusciate (io anche dei pinoli)

2 cucchiai di confettura di albicocche (io di lamponi)

mezzo bicchierino di Moscato D’Asti (io un vino liquoroso)

80 gr Cioccolato amaro

Granella di nocciole q.b.

Procedimento:
Dentro al mixer mettete la farina, lo zucchero ed il lievito per dolci. Azionate per qualche secondo per amalgamare le polveri
Prendete il burro dal frigorifero e fate dei tocchetti che aggiungerete alle polveri, riducete tutto in un composto bricioloso, a questo punto aggiungete l’uovo e azionate nuovamente il mixer e fermatelo solo quando avrete ottenuto una palla liscia ed omogenea che si raccoglierà tutta solo su un lato.

Togliete la pasta dal mixer, avvolgetela in pellicola e poi mettetela in frigo per 30 minuti.

In una piccola ciotola, mettete la marmellata (io di lamponi) ed il moscato (io vino liquoroso) e mescolate con un cucchiaio di legno, unite la frutta secca intera e rimestate bene per insaporire.

Tirate la pasta e rivestite la tortiera da crostata, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta, ricoprite in maniera uniforme con la frutta secca e marmellata aromatizzata al moscato (io vino liquoroso).

Infornate a forno già caldo 200° per 35 minuti, (nel mio forno un po’ vecchiotto e che non dice più il vero, ho dovuto cuocere a 180° per 40 minuti, voi regolatevi in base al vostro per temperatura e tempo di cottura).

Sciogliete a bagnomaria il cioccolato amaro e quando è tiepido trasferitelo in una sac a poche con bocchetta molto fine, decorateci la crostata prima di servirla, io non ho aggiunto il cioccolato fuso come da ricetta originale, ho preferito spennellare i bordi della crostata con l’uovo (va bene anche l’acqua o un goccio di latte) e cospargerli con la granella di nocciole e poi ho infornato

GUARDA LA PUNTATA