22 gennaio 2019 – Povertà e disuguaglianza: aumenta il divario tra ricchi e poveri.


Aumenta il divario tra ricchi e poveri nel mondo. A dirlo è il nuovo rapporto Oxfam 2019 pubblicato alla vigilia del meeting annuale del Forum economico mondiale di Davos. Le fortune dei super-ricchi sono aumentate del 12% lo scorso anno, al ritmo di 2,5 miliardi di dollari al giorno, mentre 3,8 miliardi di persone, che costituiscono la metà più povera dell’umanità, hanno visto decrescere quel che avevano dell’11%. L’anno scorso, da soli, 26 ultramiliardari possedevano l’equivalente ricchezza della metà più povera del pianeta. Una concentrazione di enormi fortune nelle mani di pochi, che evidenzia l’iniquità sociale e l’insostenibilità dell’attuale sistema economico. Un dato, quello sull’“Olimpo della ricchezza”, che è la rappresentazione estrema del divario patrimoniale registrato lo scorso anno: a metà 2018 l’1% più ricco deteneva infatti poco meno della metà (47,2%) della ricchezza aggregata netta, contro un magro 0,4% assegnato alla metà più povera della popolazione mondiale, 3,8 miliardi di persone. In Italia una persona su quattro è a rischio povertà o esclusione sociale. Una su tredici e un minore su dieci vive in povertà assoluta, cioè non riesce a soddisfare fabbisogni essenziali. Siamo Noi, programma pomeridiano di Tv2000 in diretta alle 15.20 ne parla con: Francesco Petrelli, Oxfam Italia; Elisa Manna, Caritas Roma; Nunzia Penelope, giornalista.