Pane spezzato, le ostie del carcere di Palermo

Nel carcere di Palermo è nato il progetto “pane spezzato”. Sei detenute producono e confezionano le ostie da utilizzare nelle celebrazioni eucaristiche. L’iniziativa è portata avanti dai volontari dell’Azione Cattolica che da più di tre anni sono attivi in carcere. Il progetto, nato da una proposta del cappellano del carcere fra Loris D’Alessandro, è sostenuto economicamente dall’Azione Cattolica diocesana. Il servizio è di Rosario Sardella.