Con il nostro inviato andiamo in Egitto, in un ospedale de “Il Cairo” dove sono ancora ricoverati dieci feriti vittime dell’attentato contro i copti di domenica scorsa. Nel suo racconto la storia di un giovane diacono ortodosso. Sul suo letto ancora appoggiata la propria tunica insanguinata, nelle sue parole il perdono per chi ha provocato tanto male e la preghiera per i suoi attentatori. Una testimonianza che ha toccato il cuore dei musulmani presenti.

13 Aprile 2017