Il Papa sulle persecuzioni dei cristiani:”La comunità internazionale non assista muta e inerte”

«I cristiani perseguitati nel mondo sono i nostri martiri di oggi e sono tanti, possiamo dire che siano più numerosi che i primi secoli. Auspico che la comunità internazionale non assista muta e inerte di fronte a tale inaccettabile crimine, che costituisce una preoccupante deriva dei diritti umani più elementari. Auspico veramente che la comunità internazionale non volga lo sguardo da un’altra parte». Così Papa Francesco al Regina Coeli di domenica 6 aprile. Servizio di Cristiana Caricato