La pedofilia si espande nella rete: dai social network al deep web

L’orrore pedofilia è esploso negli ultimi 12 mesi anche grazie alle tecnologie legate ad internet: i pedofili si rifugiano infatti nel web profondo e nei social media per contattare i bambini. Lo rileva l’ultimo rapporto dell’Associazione Meter di don Fortunato Di Noto che prova a dipingere l’identikit del pedofilo. Servizio di Luigi Ferraiuolo