Muore il giorno dopo il suo sbarco a Pozzallo: la storia di Segen, poeta migrante

Dietro ogni migrante, c’è una storia, una vita, fatta di speranze, e di sogni: Segen, la sua storia, l’ha scritta lui stesso e ci è arrivata sotto forma di poesia. Sbarcato in Sicilia gravemente denutrito, è morto poche ore dopo aver messo piede in Italia. Nel suo portafoglio le parole che raccontano paura, sofferenza e voglia di riscatto. Servizio di Massimiliano Cochi

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook260Email this to someone