Per la Chiesa Rosario Livatino è martire. Il ‘giudice ragazzino’ ucciso “in odio alla fede”

Per la Chiesa è martire Rosario Livatino, il giudice ragazzino, cattolico fervente e magistrato antimafia integerrimo, ucciso, “in odio alla fede” recita la formula vaticana, in un agguato di strada a Canicattì il 21 settembre 1990. Pubblicato alle 12 il decreto autorizzato dal papa che dichiara martire il servo di Dio. Il servizio di Pierluigi Vito