Romania, schiaffi al governo – 31 maggio 2019