Una degna sepoltura ai corpi ritrovati nel relitto affondato il 15 aprile 2015

“Mi meraviglio come cittadino dell’interpellanza. Sono contento che finalmente si chiede conto di come vengono spesi i soldi pubblici. Ma mi preoccupo perché questa domanda viene fatta solo in alcune occasioni. La morte non guarda il colore della pelle e dove c’è un uomo che perde la vita merita di avere una degna sepoltura”. Lo ha detto l’Arcivescovo di Agrigento, il card. Francesco Montenegro, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, commentando l’interpellanza al governo del senatore Carlo Giovanardi sui costi dell’operazione di recupero delle vittime di naufragio.
“Per un credente – ha aggiunto il card. Montenegro – il senso del recupero dei cadaveri fa parte della fede e dove c’è un cadavere che merita di essere seppellito si fa di tutto per farlo”. Sentiamo Pierluigi Vito