Beatrice Fazi

Beati quelli che, un giorno, aprendo gli occhi, si accorgeranno di aver ricevuto in dono e senza merito ciò che prima rivendicavano come un diritto, perché cominceranno finalmente a dire “Grazie”.
Beati quelli che provano dolore per gli errori commessi e cadono in ginocchio non sotto il peso dei rimorsi ma per gratitudine a Chi li ha perdonati donando loro un’altra possibilità.
Beati quelli che sembrano cretini perché hanno sempre un gran sorriso sulla faccia e vanno in giro a dire a tutti che non c’è nulla che non si possa riparare!