Siria, Caritas Internationalis: “8 milioni sfollati. Non ci sono farmaci e gente soffre la fame”.

Michel Roy: “La Comunità internazionale è in gran parte responsabile”

Protest of solidarity with besieged town of MadayaRoma, 08 gennaio 2016 – “La situazione di Madaya è frutto di un terribile conflitto che dura ormai da 5 anni. La guerra ha distrutto tutto il Paese, ci sono oltre 8 milioni di persone che sono sfollate e 4 milioni che si sono rifugiate fuori il Paese”. Lo ha detto il segretario di Caritas Internationalis, Michel Roy, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, commentando la drammatica situazione che sta vivendo la città siriana di Madaya.

“C’è gente che non riesce più a mangiare – ha proseguito Roy – la situazione è terribile e la Comunità internazionale è in gran parte responsabile” perché “non finanzia ciò che è necessario. Bisogna fare un grande sforzo e assumersi la responsabilità di salvare questa gente che sta soffrendo fame e malattie. Non ci sono più farmaci. Ci deve essere misericordia anche per il prossimo lontano”.