La compagnia Bit di Torino a Retroscena. In onda su Tv2000 lunedì, martedì e giovedì in seconda serata.

Una puntata all’insegna del “made in Italy” quella che “Retroscena- i segreti del teatro”, trasmissione  ideata e condotta da Michele Sciancalepore, vi offrirà questa settimana. Per il 23mo appuntamento della stagione le nostre telecamere si sono spinte fino a Torino dove ha sede la “compagnia BIT” che con il suo ultimo lavoro, “Il Principe Ranocchio” vuole dimostrare come un prodotto tutto italiano possa avere il suo prestigio anche su un piano  internazionale, così come l’Opera ci ha confermato per secoli. Il musical, liberamente tratto dalla fiaba dei fratelli Grimm, con la regia e il libretto di Melina Pellicano, fin dalla prima scena, appassionerà piccoli e grandi e li condurrà in un mondo magico e divertente, sapendo farli commuovere, divertire ma anche riflettere sul valore della diversità. Uno spettacolo che rappresenta uno sforzo importante per la compagnia che ha saputo coinvolgere eccellenze del mondo della musica,  della lirica, dell’effettistica e della  recitazione, tutte rigorosamente italiane.  Insomma, una piacevole conferma che progetti artistici di grande portata, capaci di abbinare alta qualità e incassi al botteghino, sono possibili anche nel nostro paese. Nella seconda parte di puntata vi accompagneremo alla scoperta dei segreti dell’arte coreografica con una delle compagnie di danza più apprezzate a livello internazionale: i MOMIX. “Pochi artisti nel teatro al giorno d’oggi possono raggiungere il livello di splendore visuale e di suggestione che Mr. Pendleton riesce ad ottenere utilizzando pochi semplici elementi“. Così, nel 2002, il Wall Street Journal celebrava la compagnia in occasione dell’uscita dello spettacolo Opus Cactus, omaggio a una delle aree più misteriose e affascinanti della terra: il deserto. A 14 anni di distanza l’opera del coreografo Moses Pendleton torna in Italia con il suo inconfondibile stile ricco di fantasia. Proiettati in un immaginario deserto, di volta in volta, i suoi strepitosi ballerini si tramuteranno in strani rettili striscianti, in variopinte specie di flora e fauna e in imponenti cactus e minacciosi uccelli-totem che si innalzano, fendendo albe poetiche ed inquietanti tramonti di fuoco.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0