Camminando s’apre il cammino

Il sole brilla in un cielo senza nuvole sopra la Chiesa dell’Accordo, il luogo dove si sono dati appuntamento i 700 ragazzi umbri ospitati dalla diocesi di Lowicz, nella regione di Mazowiecka, cuore della Polonia che si appresta ad ospitare i giovani del mondo. Per loro la prima mattinata polacca prevede un itinerario spirituale per conoscere la santità locale, i testomini del cattolicesimo polacco, tutto devozione e intensità mariana. Nella chiesa ne bosco sorta dove 350 anni fa si mise la parola fine ad una sanguinosa guerra fraterna, si ritrovano pellegrini italiani e coetanei della parrocchia i Legonice. Canti e giochi prima di affrontare 8 km di marcia attraverso una campagna splendida, di colori e profumi, piacevolmente accompagnati dall’aria fresca. A metà del percorso la sorpresa di trovare tavole imbandite di ogni genere di dolci e caraffe di amarena, frutto principe dell’agricoltura locale. Un’altra prova della magnifica accoglienza di una comunità ecclesiale che si è messa completamente a disposizione degli ospiti arrivati dall’Italia. Poi la ripresa della marcia, per arrivare sfiniti, ma felici al santuario di Sant’Onorato Kozminski, a Nowe Miesto. Il frate cappuccino, patrono della diocesi è il campione di santità indicato ai ragazzi. Una messa veloce e poi il pranzo e la festa, nel centro della cittadina. Tutti insieme, polacchi e italiani. Dopo poche ore insieme, già amici.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0