Padre Rebwar è un sacerdote iracheno di 38 anni, nato a Erbil,  ordinato nel monastero di san Giorgio a Mosul, diventato tristemente noto per la distruzione e la profanazione delle bandiere nere dell’Isi. Un cristiano che con a sua gente ha vissuto l’esodo del 2014, per accamparsi nei campi profughi da cui non si può partire, perché nessun paese ti accoglie; un cristiano che ha visto la denigrazione, la tortura e le morti più crudeli da parte dei fondamentalisti islamici, e che ha visto così tanti amici morire, da non conoscere più la paura.

30 Settembre 2016

  •  
     
  • Montecitorio Selfie