Retroscena. Martedì 10 gennaio in seconda serata

Massimo Popolizio e Lino Guanciale a Retroscena! I due grandi e carismatici artisti della scena italiana protagonisti della dodicesima puntata del programma di Michele Sciancalepore. Massimo Popolizio si cimenta con una regia impegnativa per adattare sulla scena Ragazzi di Vita di Pier Paolo Pasolini, una serie di racconti che hanno come unico fil rouge “l’urlo e il furore” di una folata di adolescenti delle borgate romane che, come falene impazzite, si lanciano istintivamente con vitalità furente contro la luce accecante dei loro desideri primari, la fame di cibo, di vita e di felicità. Un’impresa ardita e travolgente di Popolizio in questo caso regista che ha guidato diciannove ragazzi capitanati da Lino Guanciale nella veste di duttile e demiurgico narratore. Massimo Popolizio in un’esclusiva, intensa, intima e schietta intervista svela alle telecamere di Retroscena tutti i segreti di una messinscena che lo ha intrigato artisticamente e personalmente.

Nella seconda parte della puntata le telecamere di Retroscena sono entrate, sempre attraverso il teatro, nelle pieghe dell’animo di una figura carismatica che ha rivoluzionato l’idea di scuola e di educazione: don Lorenzo Milani. Anche in questo caso si è trattato di una sfida estremamente impegnativa che ha imposto quesiti ineludibili: quali sono stati gli eventi più significativi della vita del priore di Barbiana? Quale rivoluzione cristiana ha messo in atto nel campo dell’educazione scolastica? Quali erano i suoi talenti? Insomma, “quid est veritas?”, quale è la sua verità? Tante domande che hanno indotto i protagonisti di questa operazione teatrale a intraprendere un viaggio e… una serie di scoperte.

In chiusura la consueta esclusiva creazione della sand artist Gabriella Compagnone, e l’ormai immancabile appuntamento con la rubrica “CheTeatroFa“: una mappa degli eventi e delle “temperature” teatrali più significative della nostra penisola in stile meteo.