Regista, sceneggiatore, scenografo, direttore della fotografia, produttore cinematografico, in una parola, il cinema italiano, segnato, stupito e a tratti ferito dalla sua arte, premiata con riconoscimenti internazionali, dalla Palma d’oro a Cannes ai vari Leoni di Venezia. E’ un poeta, Olmi, un cantore dell’anima dell’uomo e del mondo, un cristiano interrogato dal mistero, dal destino, docile e insieme inquieto, mai domo. Pur restando il figlio di un ferroviere e una contadina.

17 Febbraio 2017

  •  
     
  • Montecitorio Selfie