Sabato 16 settembre alle 14.25 protagonista su Borghi d’Italia il Comune di Paternopoli (Avellino) Domenica 17 settembre alle 06.20 vi poteremo a Soave (Verona) e alle 14.25 torneremo a Cerignale (Piacenza).

Il fine settimana di Borghi d’Italia avrà inizio con Paternopoli (Avellino), splendido Comune della “verde irpinia”. Paternopoli è conosciuto per le sue eccellenze vitivinicole e per l’antica tradizione orticola. Non a caso il Broccolo Aprilatico di Paternopoli è Presidio Slow Food. Visiteremo il centro storico, la parrocchiale, una delle tante cantina del territorio, un frantoio storico, e ammireremo la magnifica campagna incorniciata da vigneti, oliveti e maestosi querceti. In un ristorante caratteristico degusteremo i vari piatti tipici collegati ai tanti ingredienti del luogo e scopriremo le qualità del vino Taurasi DOCG. Parleremo anche del Carnevale Paternese, uno dei più rinomati dell’intera Campania che ha segnato la ripartenza della comunità dopo il terremoto degli anni ’80.

Poi domenica 17 settembre alle 06.20 vi porteremo a Soave (Verona), città del vino, del castello e della possente cinta muraria. Il Comune che tra i tanti riconoscimenti è Bandiera Arancione del Touring Club Italiano è un vero gioiello di arte, storia  e natura. È completamente circondato dalle curatissime vigne che generano il delizioso vino Soave. Nel corso del programma incontreremo i protagonisti del territorio e visiteremo il borgo antico, il castello, la parrocchiale e il frequentato santuario di Santa Maria della Bassanella. Inoltre degusteremo i piatti tradizionali  e gli altri prodotti tipici del luogo. Poi, scopriremo la rinomata e suggestiva Cantina di Soave e percorreremo anche un tratto dell’antica via Postumia inserita nell’importante progetto di valorizzazione della Romeastrata.

Sempre domenica alle 14.20 torneremo a Cerignale (Piacenza). Il piccolo centro montano si trova sulla dorsale che divide il fiume Trebbia ed il torrente Aveto. Cerignale rappresenta uno dei luoghi simbolo della Val Trebbia. Il Comune,  ha un territorio molto vasto e comprende tanti piccoli borghi con case in pietra, vecchi mulini e abbondanti sorgenti d’acqua. Cerignale conta soltanto 127 abitanti ma deve rappresentare, per il suo  positivo recupero, l’esempio da seguire per i 5700 piccoli comuni italiani.

Buona visione!

Per approfondimenti: www.tv2000.it/borghiditalia

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0