Giana Petronio Andreatta si racconta a Soul. Sabato 30 settembre alle 12.40 e alle 20.45 su Tv2000

Una vita spesa accanto all’amore della sua vita, una storia d’altri tempi di unione e condivisione, anche quando la malattia cerca di dividere un percorso portato avanti mano nella mano. Questo è il ricordo di Giana Petronio Andreatta, moglie del politico ed economista Nino Andreatta scomparso il 26 marzo 2007, racchiuso in un libro dal titolo “E’ stata tutta luce” (Giunti Editore). Non una biografia sul marito e il suo calvario lungo sette anni, e nemmeno un’autobiografia, ma un racconto che varca le soglie del tempo su uno spaccato di vita privata. Piccoli avvenimenti, abitudini, sentimenti si dipanano evidenziando l’intimità della coppia, offrendo al contempo una viva testimonianza della storia politica e sociale del nostro Paese, quando ancora ardeva un’idea di politica al servizio del bene comune. Ma il cuore dei ricordi è quello della malattia di Nino, sebbene doloroso ogni oltre immaginazione, ma emblema di devozione e instancabile adorazione di quella “luce inchiodata al letto”.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0