Buone Notizie, 25 febbraio 2019

Cesare Cavoni

Ecco argomenti e protagonisti della puntata di Buone Notizie del 25 febbraio 2019, ore 19.30:

Lo studio Baker-Mckenzie è un team di avvocati che, in collaborazione con il consorzio “Farsi Prossimo”, promuove un’iniziativa pro bono per l’integrazione dei rifugiati in modo da facilitare loro l’ingresso nel mondo del lavoro. Una finestra sulla storia con il Professor Marco Paolino, docente di Storia Contemporanea all’Università della Tuscia. Al teatro Eliseo di Roma uno chef stellato ed alcuni personaggi del mondo dello spettacolo cucinano dopo le feste natalizie zampone e cotechino per sensibilizzare cuochi e non riguardo il tema dello spreco alimentare. Dall’occupazione giovanile alla sostenibilità, l’istituto continua a scommettere sulla crescita sociale. Messina: “Lo sviluppo è legato all’educazione delle nuove generazioni, alla coesione, all’economia circolare”.

Il nuovo tg delle Buone Notizie presentato dai ragazzi del Cantiere, un’associazione che si occupa del recupero di giovani affetti da autismo attraverso attività culturali.

Giovanni Cupidi è un ragazzo siciliano affetto da grave tetraplegia. La sua disabilità però non gli impedisce di andare alla ricerca delle Buone Notizie e oggi ci presenta un’app creata apposta per aiutare le persone disabili dal nome “Muoviti in libertà”.