PAPA FRANCESCO E GIOVANNI PAOLO I. Stefania Falasca, 9/11/2017

Nel giorno in cui papa Francesco ha firmato il decreto che attesta le virtù eroiche di Papa Luciani, che da oggi è venerabile, abbiamo ripreso alcuni passaggi dell’omelia di Santa Marta dell’11 dicembre 2014 in cui papa Francesco ha parlato di Dio come di una madre, proprio come fece Giovanni Paolo I nel celebre Angelus del 10 settembre del 1978. Ne abbiamo parlato con Stefania Falasca, vice-postulatrice della causa di canonizzazione del Papa del sorriso. In conclusione, una riflessione sull’Omelia di Santa Marta di questa mattina dove papa Francesco ha parlato della Chiesa di oggi da costruire, custodire e purificare.

IN EVIDENZA

Nessun mistero su Papa Luciani I miracoli di Papa Luciani

SANTA MARTA – 11 dicembre 2014
Come una mamma
Papa: “E’ tanta la vicinanza che Dio si presenta qui come una mamma, come una mamma che dialoga con il suo bambino: una mamma quando canta la ninna nanna al bambino e prende la voce del bambino e si fa piccola come il bambino e parla con il tono del bambino al punto di fare il ridicolo se uno non capisse cosa c’è lì di grande: ‘Non temere, vermiciattolo di Giacobbe’. Ma, quante volte una mamma dice queste cose al bambino mentre lo carezza, eh? Ecco, ti rendo come una trebbia acuminata, nuova… ti farò grande… E lo carezza, e lo fa più vicino a lei. E Dio fa così. E’ la tenerezza di Dio. E’ tanto vicino a noi che si esprime con questa tenerezza: la tenerezza di una mamma”.