CATTOLICI E POLITICA Truffelli e De Simone 30/04/2018

In una stagione di crisi e profondi cambiamenti, qual è il contributo che i cattolici possono offrire al paese sul versante politico? Il Diario apre la settimana in cerca di risposte, in dialogo con il presidente dell’Azione Cattolica Italiana, Matteo Truffelli e con Pina de Simone, la direttrice della rivista “Dialoghi”, il trimestrale culturale promosso dall’AC, che ha appena pubblicato un numero monografico dal titolo azione cattolica e azione politica. Dall’incontro di un anno fa di Papa Francesco e Azione Cattolica è nato un libro-intervista, in uscita oggi, dal titolo “La P maiuscola. Fare politica sotto le parti” (Editrice Ave) in cui Truffelli riflette sul come la comunità di credenti può concorrere alla costruzione del Bene comune.

Questa mattina, dopo l’omelia a Santa Marta, Papa Francesco ha incontrato i membri dell’Associazione “Una Vita rara” che si occupa di ricerca e solidarietà sulle malattie rare. Nel suo discorso Papa Francesco ha ricordato come ogni vita umana sia unica e come l’amore sia un miracolo per aiutare gli altri anche nelle situazioni più difficili.

 

IN EVIDENZA

Truffelli: I cattolici in politica De Simone: La verità è relazionale

 

AI MEMBRI DELL’ASSOCIAZIONE “UNA VITA RARA”

Una vita rara

Papa: ogni vita umana è unica, e che se la malattia è rara o rarissima, prima ancora è la vita ad esserlo.

Questo sguardo positivo è un tipico “miracolo” dell’amore. E’ l’amore che fa questo: sa vedere il bene anche in una situazione negativa, sa custodire la piccola fiammella in mezzo a una notte buia.

E l’amore fa un altro miracolo: aiuta a rimanere aperti agli altri, capaci di condividere, di essere solidali anche quando si soffre una malattia o una condizione pesante, logorante nel quotidiano.

 

UDIENZA ALL’AZIONE CATTOLICA ITALIANA   30.04.2017

Politica con la maiuscola

Papa: Il vostro appartenere alla diocesi e alla parrocchia si incarni lungo le strade delle città, dei quartieri e dei paesi. Come è accaduto in questi centocinquanta anni, sentite forte dentro di voi la responsabilità di gettare il seme buono del Vangelo nella vita del mondo, attraverso il servizio della carità, l’impegno politico, – mettetevi in politica, ma per favore nella grande politica, nella Politica con la maiuscola! – attraverso anche la passione educativa e la partecipazione al confronto culturale. Allargate il vostro cuore per allargare il cuore delle vostre parrocchie. Siate viandanti della fede, per incontrare tutti, accogliere tutti, ascoltare tutti, abbracciare tutti. Ogni vita è vita amata dal Signore, ogni volto ci mostra il volto di Cristo, specialmente quello del povero, di chi è ferito dalla vita e di chi si sente abbandonato, di chi fugge dalla morte e cerca riparo tra le nostre case, nelle nostre città. «Nessuno può sentirsi esonerato dalla preoccupazione per i poveri e per la giustizia sociale» (ibid., 201).

 

SANTA MARTA

Saper discernere

Papa: La certezza ce la darà lo Spirito Santo nella vita. Non viene lo Spirito Santo con un pacco di certezze, e prendi. No. La misura che noi andiamo nella vita e domandiamo allo Spirito Santo, apriamo il cuore, e lui ci dà la certezza per quel momento, la risposta per quel momento. Lo Spirito Santo è il compagno, compagno di via del cristiano.

…Chiediamo al Signore due cose oggi: prima, di purificarci nell’accettare le curiosità – ci sono curiosità buone e non tanto buone – e saper discernere: no questo non devo vederlo, questo non devo vederlo, questo non devo domandarlo…. E seconda grazia: aprire il cuore allo Spirito Santo, perché lui è la certezza, ci dà la certezza, come compagno di cammino, delle cose che Gesù ci ha insegnato, e ci ricorda tutto.

 

NEL WEEKEND

28 aprile

Ai Partecipanti alla Conferenza internazionale promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura

 

29 aprile

Regina Coeli

 

La fotogallery della puntata