“Preghiera per il Sud Sudan”

11 aprile 2019

Papa Francesco si inchina davanti ai leader politici del Sud Sudan per invocare la pace e bacia loro i piedi. Un gesto inedito e straordinario, segno dell’ultima cena alla viglia della Settimana Santa. Francesco, messaggero di pace.

In studio, con Gennaro Ferrara, padre Daniele Moschetti, missionario comboniano.

PUNTATA INTEGRALE

LA PREGHIERA PER IL SUD SUDAN

IN EVIDENZA

Padre Daniele Moschetti: “Papa Francesco in ginocchio per la pace in Sud Sudan”

Sud Sudan, padre Daniele Moschetti: “Una lunga guerra…”

LA TRATTA DI PERSONE: UN CRIMINE CONTRO L’UMANITÀ

Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi» (1 Gv1,8). Se tu vuoi ingannare te stesso, dì che non hai peccato: così ti stai ingannando.
Siamo debitori anzitutto perché in questa vita abbiamo ricevuto tanto: l’esistenza, un padre e una madre, l’amicizia, le meraviglie del creato… Anche se a tutti capita di attraversare giorni difficili, dobbiamo sempre ricordarci che la vita è una grazia, è il miracolo che Dio ha estratto dal nulla.
In secondo luogo siamo debitori perché, anche se riusciamo ad amare, nessuno di noi è capace di farlo con le sue sole forze. L’amore vero è quando possiamo amare, ma con la grazia di Dio. Nessuno di noi brilla di luce propria.